Crea sito
Curiosità

INGEGNERIA DELL’ENERGIA

L’Ingegneria Energetica unisce i principi di fisica, chimica, scienze dei materiali e altre discipline al fine di progettare sistemi e soluzioni per l’uso ottimale dell’energia, che sia da fonti rinnovabili o non.
Essa viene impiegata sia nell’applicazione di tecniche consolidate sia nello sviluppo di tecnologie innovative. L’Ingegneria Energetica studia nuovi metodi di conversione dell’energia partendo dalle fonti primarie disponibili in natura, si occupa della ricerca e dello sviluppo di nuovi sistemi energetici e, cosa più importante, del risparmio energetico.

La laurea triennale di Ingegneria dell’Energia e delle Fonti Rinnovabili è composta da tre curriculum:

ELETTRICA: macchine elettriche, strumentazione e misure elettriche, impianti elettrici, elettronica e applicazioni di domotica, smart grids, generazione elettrica distribuita da rinnovabili.

ENERGETICA: pianificazione e gestione dell’energia, valutazione e certificazione energetica, misure termotecniche, controllo del comfort ambientale, macchine, termofisica dell’edificio, usi termici industriali delle rinnovabili.

TECNOLOGIE E PRODUZIONE: principi di ingegneria nucleare, termoidraulica, sicurezza e analisi del rischio, macchine, termomeccanica, fonti fossili.

CHI E’ L’INGEGNERE ENERGETICO

L’ingegnere energetico è un esperto dei sistemi energetici e di fonti energetiche. Egli è la massima autorità sul mercato dell’energia, è in grado di trovare soluzioni efficaci e valutare in termini economico e sociali un investimento energetico. Inoltre è sempre presente quando si tratta di sviluppo, ricerca, progetto e collaudo di impianti energetici.

DOVE LAVORA L’INGEGNERE ENERGETICO

Il laureato in Ingegneria dell’Energia potrà trovare impiego:

-nelle aziende di produzione e distribuzione di energia (energia elettrica, gas naturale, prodotti petroliferi)
-negli studi professionali che si occupano di impiantistica civile e industriale (idraulica, termica, elettrica) o di valutazioni di impatto ambientale
-nelle aziende municipalizzate, -nelle aziende industriali che siano autoproduttrici di energia o che abbiano rilevanti consumi energetici (figura dell’energy manager)
-nelle aziende produttrici di apparecchiature per l’utilizzo del calore e del freddo o per la conversione energetica (pompe, turbine, motori endotermici, caldaie, scambiatori di calore, sistemi frigoriferi, apparecchiature elettriche, ecc.).

STIPENDIO

Lordi all’anno -> €38.000

Lo stipendio medio di un Ingegnere Energetico è di 38.000 € lordi all’anno.
La retribuzione di un Ingegnere Energetico può partire da uno stipendio minimo di 24.000 € lordi all’anno, mentre lo stipendio massimo può superare i 103.000 € lordi all’anno.

Basso -> € 24.000
Medio -> € 38.000
Senior -> € 75.600
Alto -> €103.000