Crea sito
Curiosità

INGEGNERIA DELL’INNOVAZIONE PER LE IMPRESE DIGITALI

Il Corso di Laurea in Ingegneria dell’Innovazione per le Imprese Digitali mira alla formazione di un ingegnere di primo livello con solide conoscenze ingegneristiche di base e con competenze specialistiche che gli consentono di gestire processi produttivi e organizzativi, progettare e realizzare servizi e prodotti, in aziende pubbliche e private caratterizzate da un ampio uso delle tecnologie digitali.

Il connubio tra le tecnologie digitali e la gestione di impresa rappresenta uno dei fattori chiave per lo sviluppo economico del nostro paese.

Il corso di Laurea in Ingegneria dell’innovazione per le imprese Digitali nasce da un’attenta analisi delle attuali esigenze del mercato del lavoro da cui emerge la richiesta di una figura professionale versatile, capace di inserirsi rapidamente nel mondo produttivo e sapere tenere il passo con l’evoluzione delle tecnologie più all’avanguardia.

Il percorso formativo è rivolto alla preparazione di esperti delle tecnologie del futuro, oggi identificabili con la computer engineering ed il management.

Il corso di laurea offre agli studenti la scelta, fra due curriculum diversi, ovvero il curriculum informatico ed il curriculum gestionale, per consentire allo studente di scegliere se privilegiare l’acquisizione di competenze maggiormente legate alla gestione delle imprese digitali o alla realizzazione dei loro prodotti.

Il progetto formativo si fonda su una solida formazione che prevede l’acquisizione delle conoscenze e delle competenze concernenti le discipline di base tipiche dell’ingegneria quali l’analisi matematica, la geometria, la fisica, i fondamenti dell’informatica e i metodi statistici.

CHI E’ L’INGEGNERE DELLE INNOVAZIONI PER LE IMPRESE DIGITALI

Il Laureato in Ingegneria dell’Innovazione per le Imprese Digitali può inserirsi nel mondo del lavoro scegliendo tra un’ampia gamma di possibilità: dalle industrie alle aziende di servizi, dalla pubblica amministrazione al mondo finanziario, dalla consulenza all’attività imprenditoriale, dalle realtà che fanno della produzione di prodotti digitali il loro business principale a quelle che sfruttano le nuove tecnologie informatiche come strumento per innovare i propri processi produttivi.

Il titolo di studio acquisito consente l’accesso ai corsi di laurea magistrale nelle classi dell’Ingegneria Gestionale e dell’Ingegneria Informatica.
Come ingegnere informatico progetta, realizza e gestisce software, sistemi, dispositivi e infrastrutture per trasmettere ed elaborare dati e informazioni.

Sviluppa componenti hardware e programma software, applicando i principi dell’Information Technology(IT).

Come ingegnere gestionale si occupa di organizzazione aziendale. Studia i rapporti e le interazioni che intercorrono tra le diverse risorse dell’azienda, analizza la struttura organizzativa e la catena decisionale, la gestione delle risorse umane, la divisione di mansioni e carichi di lavoro, la standardizzazione di processi, flussi fisici e informativi, i sistemi di comunicazione interna e reporting, i sistemi di misurazione e incentivazione delle performance, l’adozione di tecnologie innovative.

DOVE LAVORA L’INGEGNERE DELL’INNOVAZIONE PER LE IMPRESE DIGITALI

Gli ingegneri informatici lavorano principalmente per aziende del settore IT: imprese di progettazione e produzione di hardware (ad esempio smartphones, computer, domotica e componentistica), robotica e automazione industriale, società di sviluppo software, siti web e apps, compagnie di telecomunicazioni, società che offrono servizi di assistenza informatica, agenzie di servizi web e di consulenza informatica oppure come libero professionista.

Ci sono figure professionali legate allo sviluppo e alla programmazione software, Software Tester, Web Developer, sviluppatore di applicazioni mobile, Software Architect.

Un ingegnere gestionale può svolgere la propria attività di consulenza strategica come dipendente interno di imprese, organizzazioni ed enti pubblici e privati, oppure come libero professionista esterno.

Gli sbocchi lavorativi più comuni sono nell’industria, nel mondo bancario e assicurativo, nelle società di servizi (energia, trasporti, telecomunicazioni…).

STIPENDIO

Lordi all’anno € 36.000

Lo stipendio medio di un Ingegnere dell’innovazione per le imprese digitali è di 36.000  € lordi all’anno. La retribuzione può partire da uno stipendio minimo di 25.000  € lordi all’anno, mentre lo stipendio massimo può superare i 86.500  € lordi all’anno.

Basso -> € 25.000
Medio -> € 36.000
Alto -> € 86.500