Crea sito
Curiosità

INGEGNERIA GESTIONALE

L’ingegneria gestionale è un ramo dell’ingegneria che studia, con approccio quantitativo e qualitativo, gli aspetti organizzativi, operativi e tecnici delle imprese, siano esse industriali o di servizio.

Si tratta di un settore molto complesso del mondo ingegneristico, dato che il program manager si distacca dai compiti di un classico ingegnere e abbraccia una serie di aspetti che lo fanno somigliare più ad un manager o ad un economista. Volendo provare a chiarire questo aspetto, potremmo aggiungere che un ingegnere gestionale, a differenza degli altri ingegneri, possiede una serie di competenze che gli permettono di gestire aziende o settori aziendali, progettandone anche di nuovi, che poi sono le doti di un classico manager, dunque competenze gestionali, operative e strategiche. Ma è anche diverso da chi si laurea in economia, perché dotato di una profonda conoscenza dell’approccio modellistico quantitativo.

CHI E’ L’INGEGNERE GESTIONALE

L’ingegnere gestionale si occupa di organizzazione aziendale. Studia i rapporti e le interazioni che intercorrono tra le diverse risorse dell’azienda (persone, strumenti, tecnologie, know-how…), analizza la struttura organizzativa e la catena decisionale, la gestione delle risorse umane, la divisione di mansioni e carichi di lavoro, la standardizzazione di processi, flussi fisici e informativi, i sistemi di comunicazione interna e reporting, i sistemi di misurazione e incentivazione delle performance, l’adozione di tecnologie innovative.

Grazie alle proprie competenze in contabilità l’ingegnere gestionale valuta la differenza tra gli obiettivi economici pianificati e i risultati ottenuti, indaga le cause degli eventuali scostamenti e pianifica soluzioni correttive. Si occupa quindi ad esempio di budgeting, della definizione e assegnazione degli obiettivi operativi, dell’ottimizzazione dei costi di produzione, del monitoraggio costante degli indicatori di efficienza e redditività e prepara report periodici da presentare al management aziendale. Anche il controllo qualità rientra tra gli aspetti presi in considerazione dall’ingegnere gestionale: verifica l’esistenza di sistemi e protocolli di quality management e la loro validità, l’effettiva attuazione delle procedure stabilite ed elabora proposte per renderle più efficaci.

DOVE LAVORA L’INGEGNERE GESTIONALE

Un ingegnere gestionale può svolgere la propria attività di consulenza strategica come dipendente interno di imprese, organizzazioni ed enti pubblici e privati, oppure come libero professionista esterno.
Gli sbocchi lavorativi più comuni sono nell’industria, nel mondo bancario e assicurativo, nelle società di servizi (energia, trasporti, telecomunicazioni…). Come libero professionista, un ingegnere gestionale può lavorare in modo indipendente oppure come associarsi a uno studio di consulenza aziendale.

STIPENDIO

Lordi all’anno € 36.850

Lo stipendio medio di un Ingegnere Gestionale è di 36.850 € lordi all’anno.
La retribuzione di un Ingegnere Gestionale può partire da uno stipendio minimo di 22.800 € lordi all’anno, mentre lo stipendio massimo può superare i 94.000 € lordi all’anno.

Basso -> € 22.800
Medio -> € 36.850
Senior -> € 71.500
Alto -> € 94.000